Attualità
ALESSANDRIA E PROVINCIA

Casale, Befana per i bambini: il Comune aderisce all’iniziativa della Confraternita di Misericordia

Befana per i bambini: il Comune aderisce all’iniziativa della Confraternita di Misericordia.

Casale, Befana per i bambini: il Comune aderisce all’iniziativa della Confraternita di Misericordia
Attualità Monferrato, 20 Dicembre 2021 ore 13:09

Distribuire dolci alle famiglie più bisognose di Casale Monferrato: è questo l’interessante progetto della Confraternita di Misericordia a cui ha aderito il Comune concedendo il patrocinio e un contributo per la realizzazione.

L'assessore Novelli: "Purtroppo non è scontato per tutte le famiglie poter festeggiare l’Epifania "

"Purtroppo non è scontato per tutte le famiglie poter festeggiare l’Epifania con i tradizionali dolci della Befana – ha sottolineato l’assessore Luca Novelli –; per questo motivo abbiamo aderito a questo importante progetto della Misericordia, affinché anche le famiglie più bisognose possano trascorrere la fine delle festività natalizie con un momento di gioia.
Invito quindi tutti a donare i dolciumi, perché la solidarietà sia al centro di queste feste!».

Befana per i bambini

Befana per i bambini è il titolo dell’iniziativa e prevede la raccolta di dolciumi di vari formati e confezionati integri nella parrocchia di Sant’Ilario, in via Torino 4, da parte dei volontari della Misericordia da oggi, lunedì 20, a giovedì 23 e da lunedì 27 a giovedì 30 dicembredalle ore 10,00 alle ore 11,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00. È anche possibile contattare direttamente l’associazione allo 0142 781010 in orario d’ufficio per concordare l’eventuale ritiro dei dolci.

Mazzucco: "Al termine della raccolta i volontari dell’associazione si occuperanno del confezionamento dei dolciumi"

«Al termine della raccolta – ha spiegato il governatore della Misericordia di Casale Monferrato, Eleonora Mazzucco – i volontari dell’associazione si occuperanno del confezionamento dei dolciumi in colorate calze decorative e della distribuzione alle famiglie più bisognose della città, secondo le indicazioni dei Servizi Socio Assistenziali del Comune. Un progetto in cui crediamo fortemente e che speriamo di poter ripetere anche nei prossimi anni».