A Casale Monferrato

Crisi Freudenberg, la Regione apre un dialogo coi vertici aziendali per trovare una soluzione ottimale

L'assessore regionale al lavoro Elena Chiorino: "L'auspicio è quello di lavorare in sinergia per analizzare tutte le strade percorribili attraverso un dialogo costante con l'azienda".

Crisi Freudenberg, la Regione apre un dialogo coi vertici aziendali per trovare una soluzione ottimale
Attualità Alessandria città, 26 Maggio 2021 ore 09:35

L'assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, insieme al Prefetto di Alessandria, ha incontrato in videoconferenza i vertici dell'azienda Freudenberg di Mombello Monferrato:

"Quello di oggi è stato un incontro costruttivo per fare il punto della situazione e capire quali spazi d'intervento da parte della Regione ci potranno essere in un futuro molto prossimo".

Crisi Freudenberg, incontro tra Regione e azienda

Questo il commento dell'assessore regionale al lavoro Elena Chiorino a margine dell'incontro in videoconferenza di questo pomeriggio tra l'azienda, le parti sociali a cui ha preso parte anche il Prefetto di Alessandria.

"Quello di oggi è stato un incontro costruttivo per fare il punto della situazione e capire quali spazi d'intervento da parte della Regione ci potranno essere in un futuro molto prossimo. L'auspicio è quello di lavorare in sinergia per analizzare tutte le strade percorribili attraverso un dialogo costante con l'azienda, finalizzato alla massima tutela dei lavoratori, delle loro famiglie e del territorio".

L'incontro si è concluso con un aggiornamento del tavolo e le parti coinvolte tra due settimane.

La sede di Mombello si trasferisce nel padovano

L'incontro tra l'assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, e i vertici dell'azienda Freudenberg giunge a seguito della notizia che del trasferimento dell’attività lavorativa della sede alessandrina di Mombello Monferrato a Monselice, nel padovano. Una scelta, da attuare entro fine anno, era stata annunciata lo scorso 16 marzo 2021:

“Negli ultimi anni – si leggeva nella nota dell’azienda -, malgrado i cospicui investimenti, a causa della concorrenza agguerrita e di una contrazione dei volumi di produzione, non è stato possibile realizzare l’incremento degli utili richiesto dal modello di business attuale”.

I vertici della Freudenberg avevano inoltre declinato l’ipotesi avanzata dai sindacati di sviluppare la produzione di bastoni per attrezzi utili alla pulizia del pavimento a Mombello senza dover necessariamente chiudere la sede alessandrina.