Il caso

Primario malattie infettive partecipa alla manifestazione No Green Pass ad Alessandria

L’Ordine dei Medici valuta provvedimento disciplinare per l'alessandrino Pietro Luigi Gavanelli, primario al Maggiore di Novara.

Primario malattie infettive partecipa alla manifestazione No Green Pass ad Alessandria
Attualità Alessandria città, 26 Luglio 2021 ore 15:56

C’era anche il primario di Malattie Infettive di Novara, l’alessandrino Pietro Luigi Garavelli, in piazza con i “No-Pass” sabato 24 luglio ad Alessandria. Sul caso si è espresso anche l’Ordine dei medici di Novara.

(Copertina da pagina Facebook "Fusirosanero")

Garavelli ad Alessandria

“Non sono No Vax: ero lì per informare”.

Sta facendo molto discutere, racconta "Prima Novara", la partecipazione del medico del Maggiore, Pietro Luigi Garavelli, alla manifestazione anti Green Pass ad Alessandria sabato 24 luglio.

“La popolazione deve essere informata in modo chiaro: io e mia moglie siamo vaccinati”.

Le spiegazioni del primario però non sono servite: l’Ordine provinciale dei medici chirurghi e odontoiatri ha deciso di assumere le iniziative del caso.

L'Ordine dei medici valuta un procedimento disciplinare

“Stiamo valutando – spiega il presidente, il dott. Federico D’Andrea – se esistono i presupposti per un’azione disciplinare e se sarà il caso apriremo un procedimento. Esiste un Codice deontologico che obbliga i medici a tenere determinati comportamenti: la violazione di queste regole implica l’adozione di misure specifiche: si va dall’ “avvertimento” alla “censura” per arrivare alla sospensione e alla radiazione. L’Ordine provinciale fin dal primo momento ah sostenuto la campagna vaccinale: il vaccino è uno strumento importantissimo con il quale i sanitari si possono garantire contro il Covid-19 e, di conseguenza, garantire anche i cittadini. E il green-pass si inserisce perfettamente tra i provvedimenti che si possono adottare per contenere la pandemia”.