Emergenza sanitaria

Aumentano i positivi in provincia di Alessandria | Dati Covid 2 marzo | Quasi 20 casi a Novi Ligure

Il graduale diffondersi delle varianti del coronavirus si sta facendo sentire sull'incremento della curva epidemiologica sia in provincia sia in Regione.

Aumentano i positivi in provincia di Alessandria | Dati Covid 2 marzo | Quasi 20 casi a Novi Ligure
Cronaca Alessandria città, 03 Marzo 2021 ore 09:00

Dati Covid: nel corso della giornata di ieri, martedì 2 marzo 2021, ad Alessandria si è registrato un +3 al numero di casi da Covid-19. Graduale aumento dei positivi anche nei principali centri zona della provincia. Solo a Novi Ligure sono stati riscontrati quasi 20 nuovi contagi da coronavirus.

Dati Covid 2 marzo

Ad Alessandria, nel corso della giornata di ieri, martedì 2 marzo 2021, il numero dei casi di Covid-19 riscontrato è aumentato di 3 unità. Il totale dei contagi in città ora è di 170 positivi, in linea con il saliscendi della curva epidemiologica che si è verificato nei giorni precedenti: al momento il punto più basso lo si era raggiunto lo scorso 22 febbraio 2021 con 142 casi in città. La percentuale di positivi su numero di abitanti, ad Alessandria, è dello 0,18%.

La situazione nei centri zona

Solo ad Acqui Terme e Tortona, nel corso della giornata di ieri, martedì 2 marzo 2021, sono state riscontrate delle diminuzioni al numero di positivi al Covid-19. Grande impennata di nuovi casi a Novi Ligure, che in un solo giorno ha fatto registrare ben 18 positività al coronavirus. Acqui Terme resta ancora il Comune dove la percentuale “cittadini positivi/numero totale abitanti” è maggiore rispetto a tutti gli altri centri zona, con uno 0,44%. Questa la situazione nel dettaglio:

  • Casale Monferrato+3 positivi (totale 60)
  • Acqui Terme: -14 positivi (87)
  • Novi Ligure: +18 positivi (77)
  • Tortona-1 positivo (28)
  • Valenza+12 positivi (50)
  • Ovada+6 positivi (29)

La situazione regionale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte, nel corso della giornata di ieri, martedì 2 marzo 2021, ha comunicato i dati Covid giornalieri: 1.609 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 300 dopo test antigenico), pari al 6,9% dei 23.240 tamponi eseguiti, di cui 13.644 antigenici. Dei 1.609 nuovi casi, gli asintomatici sono 634 (39,4% ).

I casi sono così ripartiti: 274 screening, 906 contatti di caso, 429 con indagine in corso; per ambito: 17 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 186 scolastico, 1.406 popolazione generale.

Il totale dei casi positivi diventa quindi 253.926 così suddivisi su base provinciale: 21.985 Alessandria, 12.863 Asti, 8.620 Biella, 34.352 Cuneo, 19.675 Novara, 134.351 Torino, 9.417 Vercelli, 9.465 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.221 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.977 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

TI POTREBBE INTERESSARE: Nuovo Dpcm Draghi: nessuna deroga per Pasqua, scuole chiuse in zone rosse

Situazione vaccinazioni

Sono 9.688, tra cui 5.875 ultraottantenni, le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 17.35). A 703 è stata somministrata la seconda dose. Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto, all’inoculazione di 414.854 dosi (delle quali 139.627 come seconda), corrispondenti all'80,9% delle 512.650 finora disponibili per il Piemonte. Oggi sono state distribuite 53.820 dosi di vaccino Pfizer. La distribuzione delle 20.300 dosi di vaccino Moderna si è conclusa ieri sera.

A partire dal 10 marzo anche il personale docente e non docente non residente in Piemonte, che non dispone di un medico di famiglia sul territorio regionale, potrà aderire alla campagna vaccinale tramite il portale www.ilpiemontetivaccina.it.

In Piemonte aumentano le zone rosse

Come riporta la Regione, nel corso della giornata di ieri, martedì 2 marzo 2021, il governatore Alberto Cirio ha firmato l’ordinanza regionale che da oggi alle ore 19 inserisce in zona rossa 14 Comuni collegati al focolaio di Cavour (To), comune già in zona rossa da sabato scorso.

In particolare si tratta di 12 Comuni della Valle Po, in provincia di Cuneo (Barge, Bagnolo Piemonte, Crissolo, Envie, Paesana, Gambasca, Revello, Martiniana Po, Oncino, Ostana, Rifreddo, Sanfront) e 2 Comuni in provincia di Torino (Bricherasio e Scalenghe).

In questi Comuni è sospesa l’attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado ed è disposta la dad per gli studenti che vivono nell’area, ma frequentano le lezioni in altri Comuni non inseriti in zona rossa. L’ordinanza sarà valida fino al 12 marzo.

I 14 Comuni si aggiungono a Cavour e ad altri 7 Comuni della Val Vigezzo, nel VCO, già inseriti in zona rossa nei giorni scorsi, per un totale di 22 Comuni in zona rossa in questo momento in Piemonte.