Menu
Cerca

Bruciano rifiuti vegetali a Ovada e i carabinieri intervengono

I militari hanno identificato i responsabili. Nella Regione il divieto è attivo da novembre ad aprile.

Bruciano rifiuti vegetali a Ovada e i carabinieri intervengono
Cronaca Acqui e Ovada, 12 Novembre 2019 ore 09:24

Scoperti dai carabinieri roghi di residui vegetali e scatta l’identificazione di responsabili.

Fuochi proibiti

Nella Regione Piemonte, dal 1° novembre 2019 al 30 aprile 2020, vige il divieto assoluto di bruciare residui vegetali, salvo ulteriori proroghe.. In ogni caso è sempre vietata la combustione di rifiuti. A seguito di controlli mirati atti a scongiurare l’accensione di fuochi, i Carabinieri della Stazione Forestale di Ovada, unitamente ai colleghi di Acqui Terme, hanno accertato una combustione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi ancora in attosu un terreno privato al confine tra i Comuni di Mornese e di Bosio. Dalle successive indagini si è risaliti all’identificazione dei responsabili e al deferimento all’Autorità Giudiziaria di una persona di nazionalità italiana.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli