Dati Inail

Buone notizie: dimezzati in Piemonte i contagi da Covid sul lavoro

Circa 1.700 nuovi positivi a gennaio 2021 contro i 3.400 del mese di dicembre 2020. I più colpiti sono gli operatori ospedalieri.

Buone notizie: dimezzati in Piemonte i contagi da Covid sul lavoro
Cronaca Alessandria città, 23 Febbraio 2021 ore 14:32

Dimezzati i contagi da Covid sul posto di lavoro. Finalmente una buona notizia che lascia ben sperare: stiamo vedendo la luce in fondo al tunnel? Almeno per quanto riguarda i contagi sul posto di lavoro, pare proprio di sì. Il 13esimo report della Consulenza statistica dell’Inail rileva che i casi di infortunio sul lavoro da Covid denunciati in Piemonte nel mese di gennaio 2021 sono 1.735, a fronte delle 3.468 denunce del mese scorso. Vuol dire, per quanto riguarda i contagi da Covid sul posto di lavoro, esattamente la metà!

Grazie a mascherine e Dpi

Come riporta “Prima Torino”, il mese di gennaio presenta una drastica riduzione di denunce: i casi sono circa la metà del mese precedente. Così Giovanni Asaro, il direttore regionale dell’ente di previdenza:

“Gli ultimi dati registrati in Piemonte consentono di ipotizzare che il corretto e sempre più diffuso utilizzo di procedure di sicurezza ormai acquisite e di dispositivi di protezione contro il virus nei luoghi di lavoro, nonché  il concomitante avvio della campagna vaccinale per il personale sanitario incomincino a dare i loro frutti. Tuttavia in considerazione dell’avanzare delle nuove varianti, è ancora presto per affermare che la curva dei contagi di origine lavorativa sia progressivamente in flessione, in quanto dobbiamo ancora aspettare le rilevazioni dei prossimi mesi per confermare sia l’andamento discendente, sia il nesso causale con le vaccinazioni che a gennaio hanno interessato la popolazione attiva e, nello specifico, il settore della sanità”.

Più contagi sul lavoro a Torino e Cuneo

Il Piemonte con il 14% dei casi totali risulta ancora al secondo posto tra le regioni più colpite dal contagio sui posti di lavoro, dopo la Lombardia (27%). In provincia di Torino più della metà delle denunce del Piemonte. L’aumento delle denunce relativo al mese di gennaio 2021 ha riguardato tutte le province della regione, ma in particolare Torino e Cuneo. Analizzando nel dettaglio la situazione infatti emerge che è sempre nella provincia di Torino che si concentra oltre la metà delle denunce: 10.718, pari al 52% dei casi del Piemonte (939 casi in più rispetto all’ultima rilevazione mensile). Seguono la provincia di Cuneo (2.974 casi, 210 casi in più rispetto all’ultima rilevazione) e quella di Alessandria.

TI POTREBBE INTERESSARE: Sanitari che rifiutano il vaccino, poi positivi: per loro niente indennizzo?

Chiude la graduatoria Biella con 496 denunce, 29 in più rispetto all’ultima rilevazione. L’analisi per professione evidenzia sempre le categorie ospedaliere come più a rischio (infermieri, medici, fisioterapisti ecc.) con il 38% delle denunce complessive. Ora però, con le vaccinazioni ormai quasi completate per il personale sanitario, la curva dei contagi dovrebbe diminuire repentinamente.

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli