Bus più cari? M5S non ci sta

Le nuove tariffe penalizzerebbero studenti e fasce più deboli.

Bus più cari? M5S non ci sta
Cronaca Alessandria città, 19 Luglio 2019 ore 12:19

La decisione del Comune di Alessandria di aumentare le tariffe dei bus  per gli abbonamenti a studenti e fasce deboli non piace ai Cinquestelle. A farsi sentire è stato il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Sean Sacco, sulle base delle prime ipotesi di modifica.

“Una decisione grave, inaccettabile, che mina alle fondamenta il diritto alla mobilità dei cittadini, Per fare alcuni esempi: per i cittadini con un ISEE inferiore ai 4.500 euro si passerà da 108 a 231 euro all’anno; per quelli con ISEE inferiore ai 9.000 da 240 a 346 euro; per gli studenti fino a 14 anni da 108 a 231 euro; per gli studenti dai 15 ai 25 anni da 200 a 346 euro. Ancora una volta i cittadini pagheranno, sulla propria pelle, l’incapacità della vecchia politica che dopo aver prodotto buchi nelle finanze pubbliche ora fa pagare il conto ai più deboli: studenti e persone appartenenti alle fasce deboli”.

Sulla spinosa questione interviene anche l'assessore ai Trasporti e Partecipate Davide Buzzi Langhi:

"Il piano prevede un taglio di 3.5 milioni dalla spesa corrente, importi che andranno a ricadere anche, purtroppo, nel settore della mobilità. Stiamo pagando errori fatti dal 2012 al 2017. Amag Mobilità consiglierà gli utenti di fare solo abbonamenti mensili e non annuali, nella speranza che tra qualche mese questa situazione cambi, il Comune sta elaborando una tabella con le diminuzioni e l’indirizzo è tagliare meno per le fasce più deboli".

Intervenga il Consiglio regionale

Intenzione dei Cinquestelle è quella di portare la questione in Consiglio Regionale affinchè la Regione possa convocare Amag Mobilità per riuscire a ripristinare tariffe agevolate per le fasce più bisognose e garantire così il diritto alla mobilità.