Le ipotesi

Coronavirus, Alessandria maglia nera del Piemonte con quasi 90 morti: perchè?

Fra le ragioni possibili (ribadendo che si tratta ancora di ipotesi) la vicinanza geografica con la Lombardia e la qualità dell'aria.

Coronavirus, Alessandria maglia nera del Piemonte con quasi 90 morti: perchè?
Tortona, 24 Marzo 2020 ore 12:06

Secondo i dati ufficiali resi noti nella giornata di ieri i decessi legati a contagi da Covid-19 nell’Alessandrino salgono a 86, quindici solamente nella giornata di ieri. La provincia di Alessandria fin dall’inizio dell’emergenza ha avuto i dati più preoccupanti a livello regionale. Ciò a portato gli esperti a interrogarsi circa le motivazioni di questo triste exploit.

Coronavirus: perché Alessandria ha questi numeri?

Sotto la lente di ingrandimento, come prima spiegazione, è finita la vicinanza geografica con la Lombardia: regione focolaio del Paese. Si ipotizza come possibile punto di ingresso dell’infezione il Tortonese, ed è proprio in questa zona che si sono manifestati i primi contagi.

Fattore inquinamento

C’è una altro fattore che potrebbe aver giocato a svantaggio della provincia di Alessandria che si legherebbe a diverse ricerche scientifiche che ipotizzano correlazioni fra la severità con cui si manifestano i sintomi del Covid-19 e l’inquinamento. Alessandria è infatti fra le città più inquinate da polveri sottili, una ricerca scientifica relativa a un parente stretto del Covid-19, svolta dall’Università della California, aveva mostrato che la Sars, scoppiata in Cina nel 2003, si era rivelata più nociva e mortale nelle regioni con una qualità dell’aria peggiore. Si tratta, però, come spiegato di un coronavirus parente del Covid-19, quindi siamo ancora nel campo delle prove indiziarie.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità