Massima allerta

Coronavirus: negativi i test sulla coppia proprietaria di un residence a Tortona

Chiuso e poi riaperto il pronto soccorso cittadino. Ci si concentra sui 7 ospiti chiusi nel residence provenienti dal Lodigiano.

Coronavirus: negativi i test sulla coppia proprietaria di un residence a Tortona
Tortona, 24 Febbraio 2020 ore 10:20

Anche a Tortona sono scattate le verifiche del caso, dopo che al pronto soccorso cittadino si sono presentati due coniugi di 77 e 78 anni, titolari di un residence nel centro storico, che accusavano sintomi influenzali, riferendo che nella struttura hanno soggiornato persone provenienti dal Lodigiano, focolaio del coronavirus.

Coronavirus a Tortona: negativi i due coniugi proprietari di un residence

Arrivati nella serata di ieri, domenica 23 febbraio 2020, gli esiti dei tamponi a cui è stata sottoposta la coppia. Nessun contagio da coronavirus per i due anziani. Intanto erano scattate tutte le misure previste dal protocollo: il pronto soccorso era stato chiuso e i carabinieri avevano isolato anche il residence.

Lodigiani isolati

Nel residence si trovano 7 persone, chiuse nelle loro camere, in attesa delle disposizioni dell’autorità sanitaria.

Secondo comunicazione regionale:

“L’assessore alla Sanità del Piemonte, d’intesa con il coordinatore dell’Unità di crisi regionale sul coronavirus covid19, ha disposto l’allestimento presso tutti i Pronto soccorso della regione di tende pneumatiche della Protezione civile per le attività di pre-triage, in modo che gli eventuali casi sospetti di contagio possano accedere a un percorso differenziato, a tutela delle norme di prevenzione che impediscono la diffusione del virus. In pratica, prima di entrare nel Pronto soccorso, si verrà sottoposti alla misurazione della febbre e alle domande necessarie a indirizzare il paziente verso il percorso sanitario più appropriato”.

Qui tutti gli aggiornamenti ufficiali circa la gestione della situazione.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità