Ambiente

Fuoriuscita di schiumogeni dal cantiere di Radimero del Terzo Valico

Le cisterne, per cause incidentali, avrebbero perso i tensioattivi che si sarebbero dispersi nei corsi d'acqua. Immediati i lavori di contenimento di Seli Overseas e dell'Arpa.

Fuoriuscita di schiumogeni dal cantiere di Radimero del Terzo Valico
Cronaca Novi e Arquata, 07 Dicembre 2020 ore 10:06

Un evento accaduto il mese scorso, ma che è stato reso noto in questi ultimi giorni. Dal cantiere del Terzo Valico di Radimero ad Arquata Scrivia sarebbero fuoriusciti degli schiumogeni che si sarebbero riversati nei corsi d'acqua locali. Rapido l'intervento dell'Arpa.

Fuoriuscita di schiumogeni dal cantiere di Radimero del Terzo Valico

A denunciare l'accaduto è stata la Seli Overseas, azienda che ha vinto l’appalto per lo scavo del tunnel. La fuoriuscita di schiumogeni nelle acque dei torrenti locali è avvenuta lo scorso mese, ma negli ultimi giorni è stata resa nota la notizia. L'Arpa sostiene che le dinamiche di questa fuoriuscita, sembrerebbe per ragioni incidentali, hanno riguardato il fatto che dalle cisterne, dove sono contenuti i tensioattivi, situate fuori dalla galleria, hanno iniziato a uscire gli schiumogeni finiti nel depuratore del cantiere e da lì nel corso d’acqua. Nel tentativo di bloccare gli agenti dispersi ed evitare che arrivassero in campagna e nello Scrivia, sono state utilizzate delle pompe idrauliche ed è stata costruita una diga dagli addetti della Seli Overseas. L'Arpa ha fatto immediatamente comunicazione alla provincia e, con molta probabilità, la farà anche alla Procura della Repubblica.