Menu
Cerca

Il day after di Castelletto d’Orba, si lavora nel fango

Sul territorio Alessandrino sono al lavoro 500 volontari. Premier Conte ieri in Prefettura.

Il day after di Castelletto d’Orba, si lavora nel fango
Cronaca Acqui e Ovada, 23 Ottobre 2019 ore 09:52

Castelletto d’Orba sott’acqua, la paura è passata, si contano i danni e si teme per il pegggioramento meteo atteso tra il pomeriggio di oggi mercoledì 13 ottobre 2019 e domani.

L’acqua ha travolto tutto

Le strade come torrenti, ore di panico e ora rimboccate le maniche si lavora per sistemare il recuperabile. Qua il maltempo ha colpito pesantemente, il rio Albara non ha fatto sconti e solo per pura casualità non si contano vittime. Le case in condizioni peggiori sono state evacuate ed ora si tenta di mettere in sicurezza quelle che rappresentano un rischio.

6 foto Sfoglia la gallery

500 volontari in tutto il territorio

Intanto i circa 500 volontari delle associazioni di Protezione civile e del Corpo antincendi boschivi continuano il lavoro sul territorio Alessandrino. Sono stati distribuiti finora più di 5000 sacchi di sabbia e due bancali di barriere mobili giganti. Sono inoltre in azione tutti i mezzi meccanici disponibili per gli interventi di ripulitura dal fango e per il pompaggio delle acque.

Premier Conte ieri in Prefettura

Ieri sera nella Prefettura di Alessandria il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha incontrato una trentina di sindaci dei territori colpiti. Alla riunione hanno presenziato il capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, il presidente della Regione, Alberto Cirio, e l’assessore regionale alla Protezione civile, Marco Gabusi.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli