Animali selvatici

Zampa mozzata: lupi state alla larga da Barca, altrimenti farete una brutta fine...

L'esemplare è stato rinvenuto dagli agenti del servizio di vigilanza faunistica della provincia di Alessandria: aveva perso una zampa a causa di una tagliola illegale lasciata da qualche bracconiere.

Zampa mozzata: lupi state alla larga da Barca, altrimenti farete una brutta fine...
Cronaca Tortona, 09 Dicembre 2020 ore 10:35

Una lupa è stata ritrovata con una zampa mozzata in frazione Barca a Montemarzino. Una brutta fine è toccata all'animale selvatico rinvenuto nel tortonese, il quale, prima di morire, era finito preda di una tagliola illegale lasciata da qualche bracconiere della zona.

Lupi state alla larga da Barca o altrimenti farete una brutta fine

Foto dal sito: http://www.areeprotettealpimarittime.it/

Lupi, state alla larga da Barca o altrimenti farete una brutta fine. Era finita preda di una tagliola illegale lasciata da qualche bracconiere della zona, la lupa rinvenuta con una zampa mozzata in frazione Barca a Montemarzino nel tortonese. L'animale selvatico è stato trovato dagli agenti del servizio di vigilanza faunistica della Provincia Alessandrina, dopo giorni di ricerca, i quali l'hanno condotta al Centro grandi carnivori di Grugliasco per un estremo tentativo di salvarle la vita. Le ferite profonde e il digiuno a causa dell'impossibilità di cacciare dovuta alla zampa ferita non le hanno lasciato alcuno scampo. Stando alla ricostruzione del "C.A.N.C.- Centro Animali Non Convenzionali di Torino", la lupa sarebbe stata anche vittima di un urto con un veicolo prima di essere rinvenuta.

Sono 41 i lupi morti recuperati da gennaio in Piemonte

Sempre il sito Aree Protette Alpine e Marittime riferisce che il numero degli animali recuperati morti in Piemonte da gennaio 2020 sarebbe di 41 esemplari, con gli ultimi due recuperi dei giorni scorsi nel comune di Mollia (VC) da parte del personale delle Aree Protette della Valsesia e nel comune di Demonte (CN), da parte della guardia del comprensorio faunistico locale. Per tutti e tre gli animali recuperati, la causa più probabile di dì morte è l'impatto con un veicolo, che si conferma una delle principali cause di mortalità per la specie sul territorio regionale.