Martina, da Alessandria a Roma, 684 chilometri a piedi per un progetto nobile

Dire basta alla violenza contro le donne.

Martina, da Alessandria a Roma, 684 chilometri a piedi per un progetto nobile
Acqui e Ovada, 19 Giugno 2019 ore 09:41

Partenza da Alessandria e arrivo a Roma: 684 km a piedi, 20 le tappe previste. Una missione di beneficenza ideata e lanciata da Martina Pastorino, 29 anni di Ovada (Al), che ha deciso di arrivare a Roma, a piedi,  per comunicare un messaggio ben preciso.

Basta alla violenza contro le donne

Un progetto nobile con un messaggio chiaro, infatti Martina, attraverso il blog: racconta come nasce il suo progetto:

“Cercheremo di portarvi lungo la Via Francigena per dimostrare che una donna può e deve sentirsi sicura di poter affrontare un viaggio in solitaria. La speranza è quella di sensibilizzare più comuni e persone possibili lungo tutto il percorso, dando loro la possibilità di conoscere la ONLUS alessandrina(me.dea)”.

Il progetto ‘La forza è donna’, a sostegno di Me.dea, associazione rivolta alla difesa delle donne vittime di violenza che ha creato due centri antiviolenza nella provincia di Alessandria e una casa rifugio che accoglie donne che fuggono spesso con i loro figli.

Chi è Martina Pastorino

 Martina Pastorino, una ragazza di 29 anni, dinamica e intraprendente, lo sport la sua grande passione tanto da farla diventare anche un lavoro. Laureata alla Magistrale di Scienze Motorie all’ Università di Urbino oggi è insegnante di Educazione Fisica nonché istruttrice FIDAL e Personal Trainer.

Adora vivere all’aria aperta, sempre accompagnata dalla sua fedelissima cagnolina Kira.

L’impegno delle associazioni sul territorio

Al tema della violenza di genere si presta particolare attenzione su tutto il territorio regionale e provinciale, con una serie di iniziative atte a sensibilizzare l’opinione pubblica e a sostenere le vittime di questa vera e propria “piaga sociale”. E’, infatti, dei giorni scorsi, la notizia del riconoscimento di importanti contributi per le strutture che operano in questo senso.

IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA

  • Centro antiviolenza, via Palermo 33 • 15121 – Alessandria
  • Centro antiviolenza, via Magnocavallo 11 • 15033 – Casale Monferrato

La Regione Piemonte finanzia l’apertura di quattro nuovi Centri antiviolenza e di 10 sportelli per le donne in difficoltà. I nuovi Centri saranno ubicati a Settimo Torinese (a cura dell’Associazione Uscire dal Silenzio), Borgomanero (Associazione Mamre Onlus), Vercelli (Comune) e Santhià (Cisas).

Con questi ultimi due si va a coprire una carenza, in quanto in provincia di Vercelli non erano presenti strutture di questo tipo.

Apriranno inoltre degli sportelli a Torino (quattro, due dal Comune e due dai Centri antiviolenza Emma Onlus), Chivasso (Associazione Punto a capo), Collegno (due dell’Associazione Arci Valle Susa), Cuneo (Consorzio socio-assistenziale del Cuneese), Ceva (Associazione Futuro Donna) e Asti (Croce Rossa).

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità