Nell'Alessandrino

“Muro degli abbracci” nelle Rsa, restare vicini ai nonni in vista del Natale

Le case di riposo "Pio istituto Brizio" di Sale e "Soggiorno Borsalino" di Alessandria hanno costruito questa struttura per consentire agli ospiti anziani di vedere i loro cari in totale sicurezza.

“Muro degli abbracci” nelle Rsa, restare vicini ai nonni in vista del Natale
Cronaca Alessandria città, 21 Dicembre 2020 ore 13:11

Che si chiami “Muro degli Abbracci” o “Stanza degli Abbracci” poco cambia, agli ospiti anziani e ai nonni delle Rsa questo piccolo gesto rallegrerà immensamente le festività natalizie in un anno tanto complicato a causa dell’emergenza Covid-19.

“Muro degli abbracci” nelle Rsa, restare vicini ai nonni in vista del Natale

Nelle case di riposo “Pio Istituto Brizio” di Sale e al “Soggiorno Borsalino” di Alessandria, il personale si è ingegnato nella realizzazione di una struttura trasparente chiamata rispettivamente “Il muro degli Abbracci” e “La stanza degli Abbracci”: un modo originale per avvicinare in tutta sicurezza gli ospiti anziani e i nonni delle Rsa ai loro più cari parenti. Queste le parole dell’associazione “il Gabbiano” a commento dell’iniziativa organizzata a Sale:

E’ ormai Natale, un Natale strano, che ci farà ancora una volta trovare l’energia per trovare un po’ di serenità. A tutti mancheranno il pranzo della vigilia, i cori dei bimbi in struttura e il via vai con regali, dolci e biglietti di auguri. Ma quest’anno tutti abbiamo imparato a capire dov’è e com’è la vera vicinanza, quella emotiva, che, seppur con fatica, supera le barriere fisiche. La scelta di chiudere la struttura alle visite è stata difficile e sofferta. Ma è il momento di ritrovarsi, di concederci un contatto, anche uno solo e totalmente protetto, ma che sarà il più bel regalo di Natale”.

4 foto Sfoglia la gallery

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità