Cronaca

Ottantunenne novarese il pilota dell'ultraleggero

Malore o manovra errata le probabili cause al vaglio degli inquirenti.

Ottantunenne novarese il pilota dell'ultraleggero
Cronaca Alessandria città, 30 Luglio 2019 ore 09:22

Una manovra errata o, forse un malore. Tutte le ipotesi rimangono aperte per lo schianto dell'ultraleggero avvenuto ieri mattina luned' 29 luglio 2019 sull'autostrada A26 al bivio tra la Torino-Piacenza e la Genova-Gravellona Toce.

Il volo fatale

La vittima è Carlo Satragni, 81 anni, residente a Novara. L'ultimo volo fatale era iniziato nel campo di Predosa, in provincia di Alessandria.

All'arrivo dei soccorsi per l'uomo non c'era più nulla da fare. Il velivolo si era letteralmente disintegrato nell'impatto con il guardrail, davanti agli sguardi terrorizzati degli automobilisti.

Manovra improvvisa

I testimoni oculari hanno raccontato di una manovra improvvisa e della perdita di controllo del mezzo. Le indagini sono in corso per accertare con precisione e la dinamica e, soprattutto la causa dell'incidente.

LEGGI ANCHE. Si schianta con l’ultraleggero in autostrada e muore