Ennesima tragedia

Polemica abbattimento cinghiali: un altro incidente, morta una ragazza

La tragica scomparsa a Cremona di Lucrezia Minnilli, 21 anni, riaccende il dibattito sui pericoli causati dagli animali selvatici.

Polemica abbattimento cinghiali: un altro incidente, morta una ragazza
Alessandria città, 22 Ottobre 2020 ore 12:43

Ritorna con forza la polemica sull’abbattimento dei cinghiali alla luce dell’ennesimo incidente, avvenuto nel tardo pomeriggio di martedì 20 ottobre, che ha causato la morte di una giovane ragazza a Scandalora Ravara in provincia di Cremona. E’ ancora stampato a fuoco nella memoria degli alessandrini, infatti, il tragico dramma che a inizio ottobre, nella medesima situazione, ha coinvolto due calciatori conosciuti nel territorio piemontese.

Il capogruppo della Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni, in occasione di quell’avvenimento, aveva dichiarato che un’efficace azione di contenimento degli animali selvatici sarebbe stata al centro delle politiche faunistiche della Regione Piemonte, al fine di evitare il ripetersi di episodi di questo tipo.

Un altro incidente, morta una ragazza

Come racconta Prima Cremona, a causare il tragico evento che ha portato alla morte di Lucrezia Minnilli, 21 anni, sarebbe stato un cinghiale che ha attraversato la sp85 proprio mentre stava sopraggiungendo la macchina guidata dalla giovane ragazza. L’impatto contro l’animale, trovato successivamente privo di vita, ha fatto si che l’auto si ribaltasse più volte in un campo nei pressi della strada, facendo sbalzare Lucrezia e il suo fidanzato, ricoverato ora all’ospedale di Parma, fuori dall’abitacolo. La corsa disperata all’ospedale di Cremona in elisoccorso, purtroppo, non è servita a salvare la vita alla giovane 21enne.

A inizio ottobre avevano perso la vita due calciatori piemontesi

Il grave avvenimento di Scandalora Ravara, come detto, è solo l’ultimo in ordine di tempo. Nella notte tra mercoledì 30 settembre e giovedì 1 ottobre 2020, infatti, Matteo Ravetto e Simonluca Agazzone, calciatori noti in Piemonte, avevano perso la vita in un drammatico incidente sulla A26. L’auto su cui erano a bordo i due giovani di 32 e 39 anni, per evitare l’impatto con due grossi cinghiali che avevano attraversato la strada, avrebbe sbandato e sia finita fuori strada.

LEGGI ANCHE: Calciatori morti in A26 a causa dei cinghiali: dopo la Lega, anche Coldiretti non chiude gli occhi sul problema

LEGGI ANCHE: Calciatori morti dopo lo scontro in autostrada coi cinghiali: “Vanno abbattuti”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità