Protesta nazionale #ioapro

Quasi 20 clienti nella trattoria rimasta aperta dopo le 18, il video del brindisi alla Costituzione

Messaggio di solidarietà da parte della clientela che ieri, venerdì 15 gennaio 2021, si è presentata ne la "Nuova Trattoria Asmara" che ha volito aderire alla protesta nazionale del settore.

Cronaca Alessandria città, 16 Gennaio 2021 ore 11:34

Aveva deciso di aderire alla protesta nazionale #ioapro. Nel locale "Nuova Trattoria Asmara" di Alessandria, in piazza Matteotti, i quasi 20 clienti che avevano prenotato un tavolo si sono esibiti, proprio mentre sono arrivate le pattuglie dei Carabinieri, in un brindisi "al rispetto delle Leggi Costituzionali e onore ai titolari che hanno tenuto aperto il loro locale".

TI POTREBBE INTERESSARE: In ginocchio anche i fornitori di bar e ristoranti causa emergenza Covid

Quasi 20 clienti nella trattoria rimasta aperta dopo le 18

Le immagini che arrivano direttamente da la "Nuova Trattoria Asmara" di piazza Matteotti ad Alessandria. Nel corso della serata di ieri, venerdì 15 gennaio 2021, all'interno del locale quasi 20 i clienti che sono sopraggiunti per aderire alle protesta nazionale #ioapro, ognuno seduto al proprio tavolo secondo le norme del distanziamento. Verso le 19,30 sono sopraggiunte le volanti dei Carabinieri per far rispettare le restrizioni governative che impongono la chiusura degli esercizi commerciali, bar e ristoranti alle ore 18. Alla presenza degli agenti, i clienti della trattoria si sono esibiti in un brindisi di solidarietà verso i lavoratori del settore:

"Facciamo un brindisi al rispetto della Costituzione. Onore ai titolari e proprietari di questo locale che, nel rispetto delle leggi Costituzionali, hanno tenuto aperta la loro attività. Noi esprimiamo loro solidarietà e gli facciamo un applauso. W la libertà!".

TI POTREBBE INTERESSARE: Protesta #Ioapro1501 a Torino: trattoria chiusa e sanzionata, i clienti organizzano una colletta per la proprietaria

TI POTREBBE INTERESSARE: Multato e chiuso per 5 giorni il “Belvedere da Bosio” aderente alla protesta #ioapro