Maltrattamenti

Sequestrati una cagnolina e i suoi quattro cuccioli, vivevano di stenti

La famigliola è stata trasferita in un rifugio in attesa di adozione, mentre la proprietaria è stata denunciata

Sequestrati una cagnolina e i suoi quattro cuccioli, vivevano di stenti
Pubblicato:

Sequestrati e portati in salvo dalle guardie zoofile dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) a Quargnento, in provincia di Alessandria, una mamma con quattro cuccioli costretti a vivere di stenti e nell’incuria. Chi li deteneva è stato sanzionato e la proprietaria denunciata per abbandono. La famigliola è stata trasferita in un rifugio, dove sia la mamma sia i cuccioli aspettano di essere adottati.

IMG-20240706-WA0021
Foto 1 di 4
20240706_155818
Foto 2 di 4
20240706_160930
Foto 3 di 4
IMG-20240706-WA0017
Foto 4 di 4

Sequestrati una cagnolina e i suoi quattro cuccioli

Dopo il recente e clamoroso ritrovamento del cagnolino Sky che viveva ad Alessandria in condizioni di estremo degrado e abbandono chiuso in casa da oltre un mese con il suo padrone malato, Oipa porta alla luce un nuovo caso di maltrattamenti verso gli animali.

«In una cascina abbiamo scoperto una mamma con quattro cuccioli. La mamma era legata a catena corta, pratica vietata da una legge della Regione Piemonte, con un pesante lucchetto al collo sotto un portico fatiscente, senza alcun riparo», racconta la coordinatrice delle guardie zoofile Oipa di Alessandria e provincia, Cristina Destro. «Abbiamo appreso che, quando era in gravidanza, è stata abbandonata da una donna che viveva in affitto nella cascina; andata via, i nuovi inquilini hanno pensato di tenere la cagnolina, che nel frattempo aveva partorito, detenendola in quel modo e dandole solo pane e acqua».

I quattro cuccioli erano liberi nel cortile circondati da vari pericoli, tra cui un grande pozzo scoperto.

Ora mamma e piccoli cercano una nuova famiglia

Sia la mamma sia i cuccioli cercano casa. I piccoli, di razza “lupoide” come la mamma, hanno circa tre mesi e possono essere adottati da subito, vaccinati e la sverminati.

Chi vorrà donare loro una vita serena e piena d’amore può scrivere a guardiealessandria@oipa.org, o telefonare al 338.3583969.

Segnalare sempre

L’Oipa invita a non ignorare casi di degrado e maltrattamento di cui si sia a conoscenza e a rivolgersi sempre alle sue guardie zoofile che, nel pieno rispetto della privacy, possono intervenire per tutelare gli animali.

Per maggiori informazioni e per segnalare situazioni sospette o di maltrattamento ad Alessandria e provincia, scrivere a guardiealessandria@oipa.org, o compilare il modulo online su https://www.guardiezoofile.info/alessandria.

Per le segnalazioni in tutta Italia: https://www.guardiezoofile.info/nucleiattivi

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali