Il doloroso ricordo

Un anno dalla strage di Quargnento, la commemorazione dei Vigili del fuoco ai tre caduti

E' passato esattamente un anno da quando Marco Triches, Antonino Candido e Matteo Gastaldo, Vigili del fuoco del Comando provinciale di Alessandria, persero tragicamente la vita nella strage di Quargnento.

Un anno dalla strage di Quargnento, la commemorazione dei Vigili del fuoco ai tre caduti
Alessandria città, 06 Novembre 2020 ore 09:16

Era il lontano 5 novembre 2019. E’ passato esattamente un anno da quel drammatico giorno, quando Marco Triches, Antonino Candido e Matteo Gastaldo, Vigili del fuoco del Comando provinciale di Alessandria, persero tragicamente la vita in quella che, purtroppo, è conosciuta come la strage di Quargnento.

La commemorazione dei Vigili del fuoco ai tre caduti

5 foto Sfoglia la gallery

Il Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Alessandria si è riunito nella giornata di ieri, giovedì 5 novembre 2020, per commemorare la scomparsa di Marco Triches, Antonino Candido e Matteo Gastaldo, i tre colleghi che, esattamente un anno fa, persero la vita durante le operazioni di salvataggio a causa del crollo di un’abitazione a Quargnento. Prima della celebrazione religiosa nella Cattedrale di Alessandria, concelebrata da Don Augusto Piccoli cappellano dei Vigili del fuoco, il Comando provinciale, alla presenza delle famiglie delle vittime, ha voluto deporre una corona d’alloro davanti al Monumento ai Caduti nel Comando Provinciale dei pompieri ed ha successivamente scoperto una stele in memoria di Marco, Matteo e Antonino. Durante la commemorazione ha preso parola il comandante nazionale dei Vigili del fuoco, Fabio Dattilo, il quale ha voluto rendere omaggio ai tre colleghi scomparsi, sottolineando come, per l’intero corpo nazionale, loro siano degli eroi.

La celebrazione nel Duomo di Alessandria

La celebrazione commemorativa nel Duomo di Alessandria è stata trasmessa in diretta sul sito ufficiale dei vigili del fuoco. Durante la cerimonia ha preso parola il padre di Marco Triches ed è stata letta una lettera della madre di Antonino Candido, il più giovane delle tre vittime:

“Mio figlio sapeva di fare un mestiere rischioso. Ma ci ha rimesso la vita per colpa di persone che volevano frodare l’assicurazione, non dell’imprudenza. Chi ha messo quelle bombole deve pagare il proprio debito alla società. Spero che la giustizia faccia il giusto corso. Lo scorso luglio, durante la visita ad Alessandria, ho sentito l’affetto e la vicinanza di tutti i compagni di mio figlio”.

Il processo ai responsabili della strage

Il processo ai due responsabili, Giovanni Vincenti e la moglie Antonella Patrucco, si terrà il prossimo 14 dicembre davanti alla Corte d’Assise di Alessandria e il Gup Paolo Bargero ha attribuito parte della responsabilità anche al caposquadra che diede l’ordine di entrare nella cascina, considerato “imprudente”.

PER RICOSTRUIRE LE DINAMICHE, LEGGI ANCHE:

Due esplosioni e crolla una casa, morti tre Vigili del fuoco

LEGGI ANCHE:

Vigili del fuoco morti a Quargnento: il proprietario di casa ha confessato

LEGGI ANCHE:

Strage di Quargnento, arrestata anche la moglie di Giovanni Vincenti, Antonella Patrucco

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità