Produzione nocciole in ginocchio, Coldiretti chiede aiuto

Calo della produzione tra il 20 e il 40%. Cambiamenti climatici la causa principale.

Produzione nocciole in ginocchio, Coldiretti chiede aiuto
Economia Acqui e Ovada, 18 Ottobre 2019 ore 15:32

Allarme Coldiretti per il settore corilicolo.

Calo produttivo di grande portata

Il  grido d'allarme è lanciato a livello regionale e provinciale nel settore della coltivazione e vendita delle nocciole. La produzione per il 2019 sarebbe in calo di una cifra tra il 20-40%. Questo per quanto riguarda vari tipi di prodotto. Alla luce di tale situazione Coldiretti chiede l’avvio delle procedure per ottenere il riconoscimento, da parte della Regione Piemonte, dello stato di crisi.

Cambiamenti climatici sotto accusa

A mettere in ginocchio il settore la principale causa  sarebbe il cambiamento climatico.  L'associazione nazionale si sta  attivando per chiedere incentivi e atti concreti. L'importanza della coltivazione corilicola nella bilancia economica alessandrina è sotto gli occhi di tutti, visto anche il numero degli addetti in questo ambito in tutta la filiera.

Accordi con grandi aziende dolciarie

Lo sviluppo del settore passa attraverso accordi di filiera come quello stipulato da Coldiretti col gruppo dolciario Novi-Elah-Dufour di Novi Ligure, che coinvolge i produttori alessandrini e astigiani, con la vendita di ciirca 10 mila quintali di nocciole.