Tutela del territorio

Come si intende agire per valorizzare il Castello del Monferrato

Il sindaco Riboldi: "Anche Casale Monferrato protagonista con i più importanti Castelli del Nord ovest".

Come si intende agire per valorizzare il Castello del Monferrato
Politica Monferrato, 03 Maggio 2021 ore 14:42

Quali saranno i prossimi passi per la valorizzazione del Castello del Monferrato e come sfruttare al meglio le opportunità create dalla rete che unisce le più importanti fortificazioni del nord ovest d’Italia. Sono stati questi alcuni dei temi trattati durante l’incontro organizzato dalla Rete delle Fortificazioni che si è svolto settimana scorsa ad Alessandria.

Opere di valorizzazione per il Castello del Monferrato

Sottoscritto l’accordo nel settembre del 2020, la Rete ha al suo interno anche due importanti realtà di Casale Monferrato, il Comune e l’Associazione Casalese Arte e Storia:

"Con la presidente dell’associazione Antonella Perin, che ringrazio per la preziosa collaborazione, abbiamo sottoposto all’attenzione dei partecipanti alla tavola rotonda gli impegni che stiamo mettendo in campo affinché il nostro Castello sia al centro della promozione dell’intero territorio – ha spiegato il sindaco Federico Riboldi – Dal recupero del secondo cortile e delle facciate, fino al trasferimento dello Iat negli ambienti all’ingresso della prima corte, passando per un calendario di iniziative storico – culturali che valorizzino le eccellenze del Monferrato Unesco: questi sono solo alcuni dei temi che abbiamo messo sul piatto".

La presidente di Arte e Storia Antonella Perin ha invece posto l’accento sull’ultimo importante contributo che l’associazione, con l'Istituto Superiore Leardi, ha dato alla fortezza di Casale Monferrato: l’itinerario storico – turistico all’interno del Castello realizzato con 21 pannelli informativi in italiano e inglese. Il prossimo appuntamento avrà all’ordine del giorno i progetti operativi da avviare per una valorizzazione della Rete dal punto di vista turistico, culturale e architettonico: un lavoro di squadra, per portare consapevolezza sul ricco patrimonio esistente nel nostro territorio.

TI POTREBBE INTERESSARE: Vince 3 milioni in 20 giorni con due gratta e vinci, ma non ha imbrogliato: è stata solo una fortuna sfacciata

La Rete delle Fortificazioni è composto da Forte di Bard (che ha annunciato proprio ad Alessandria di esser entrato a far parte del prestigioso International Fortress Council, in rappresentanza della Rete dei Forti), Cittadella di Alessandria, Forte di Vinadio, Centro studi e Ricerche storiche sull’Architettura militare del Piemonte, Istituto Italiano Castelli Onlus – sezione Piemonte e Valle d’Aosta, Museo Pietro Micca e dell’Assedio di Torino del 1706, Associazione studi di storia e architettura militare Forte di Bramafam, Associazione Casalese Arte e Storia, Castello di Casale Monferrato, Parco della Cittadella, Associazione Progetto San Carlo Forte di Fenestrelle onlus, Fondazione Artea e Istituto Internazionale di Studi Liguri Onlus.