Dopo le restrizioni imposte dalla Prefettura di Alessandria i tifosi lecchesi disertano la trasferta

Lo hanno reso noto con un duro volantino i supporter della "Curva Nord Lecco" che annunciano che "seguiranno" sì la squadra del cuore... ma virtualmente.

Dopo le restrizioni imposte dalla Prefettura di Alessandria i tifosi lecchesi disertano la trasferta
Alessandria città, 14 Febbraio 2020 ore 14:04

Dopo le restrizioni imposte dalla Prefettura di Alessandria i tifosi lecchesi disertano la trasferta. Lo hanno reso noto con un duro volantino i supporter della “Curva Nord Lecco” che annunciano che “seguiranno” sì la squadra del cuore… ma virtualmente.

LEGGI ANCHE>> Calcio, Alessandria-Lecco: per il questore di Alessandria i lecchesi sono “tifosi aggressivi”

I tifosi lecchesi disertano la trasferta

Ma facciamo un passo indietro. Ieri la società Calcio Lecco 1912 ha pubblicato l’ordinanza della Prefettura di Alessandria che disponeva il divieto ai lecchesi di raggiungere lo stadio Moccagatta con auto private considerate “difficilmente controllabili”, imponendo invece una trasferta solo con bus organizzati. Una decisione, arrivata su richiesta del Questore, motivata facendo anche riferimento a precedenti episodi di “’intemperanza e l’atteggiamento aggressivo dei tifosi lecchesi”.

Gli ultrà lecchesi, attraverso il volantino,  scritto con un linguaggio senza dubbio forte, hanno innanzitutto “respinto le accuse” e, come forma di protesta, hanno deciso che seguiranno il match allo Shamrock pub di Lecco passando “una giornata di aggregazione in maniera libera e spontanea”. Inoltre i tifosi della Nord hanno anche invitato “tutta la tifoseria bliceleste a presentarsi al nostro fianco per fare un unico fronte compatto”.