Terza edizione

HAT Pavia-Sanremo (passando per l'Alessandrino): oltre 170 motociclisti su strade uniche e paesaggi ricchi di storia

Al via anche il dakarariano Maurizio Gerini e la fotografa/pilota Francesca Gasperi.

HAT Pavia-Sanremo (passando per l'Alessandrino): oltre 170 motociclisti su strade uniche e paesaggi ricchi di storia
Sport Monferrato, 15 Luglio 2021 ore 12:17

Prenderà il via domani, venerdì 16 luglio 2021, la terza edizione della Hat Pavia-Sanremo: un lungo weekend che accompagnerà oltre 170 adventourers su strade uniche e paesaggi ricchi di storia, cultura e tradizioni del Bel Paese e dell'Alessandrino. Come riporta Prima Pavia al via ci sarà anche il dakarariano Maurizio Gerini e la fotografa/pilota Francesca Gasperi.

HAT Pavia-Sanremo 2021: domani al via la terza edizione

Pavia, storica città lombarda, accoglierà da venerdì 16 luglio oltre 170 motociclisti pronti a vivere un nuovo magnifico viaggio-avventura in moto che li porterà a Sanremo attraverso una rete di strade secondarie, soprattutto a fondo naturale, incredibilmente divertenti e sfidanti. Tre le regioni attraversate: Lombardia, Piemonte e Liguria.

Ancora una volta, l’adventouring “made in HAT” ha attirato tanti motociclisti, di cui anche una quarantina di stranieri, che affrontano per la prima volta questa manifestazione giunta alla sua terza edizione.

Nata come “emanazione” della HARDALPITOUR, della quale condivide spirito e filosofia, la HAT Pavia-Sanremo amplia gli orizzonti dell’adventouring con nuovi percorsi, nuovi scenari e nuove emozioni dedicate ad un pubblico affascinato dall’idea di poter percorrere magnifiche strade panoramiche quanto isolate, ed ammirare città e borghi ricchi di storia, cultura e tradizioni.

Luoghi vicini alle nostre grandi città, ma per lo più sconosciuti perché fuori dalle vie di comunicazione abituali. L’idea è di replicare i valori di divertimento, condivisione e passione per il turismo fuoristrada, portando su strade inesplorate gli appassionati dell’avventura in moto in cerca di nuove esperienze. Gli stessi valori che accomunano HAT e Suzuki, il brand motociclistico scelto per la stessa visione nell’interpretare l’avventura su due ruote.

Cosa attende i partecipanti nella tre giorni HAT ?

Il programma avrà inizio nel primo pomeriggio di venerdì 16 luglio dove all’interno dell’HAT Village (posizionato nel centrale parcheggio di viale Gorizia) dove presso l’ampia hospitality SUZUKI si registrerà l’arrivo ed il check-in dei partecipanti. Presenti gli stand di alcuni partner HAT SERIES quali NOLAN, TUR, ANLAS, GARMIN E OLITEMA. A seguire il briefing dell’evento che si terrà presso un luogo cittadino iconico quanto inusuale per un evento motociclistico, l’Aula Magna della prestigiosa Università di Pavia.

La partenza di sabato 17 luglio avverrà nella prima mattinata dall’HAT VILLAGE.

Ai partecipanti sono proposti due percorsi diversi, da scegliere in base al loro desidero di sfida ed alla loro esperienza: DISCOVERY (430 km) e CLASSIC (470 km), entrambi con sosta notturna a Cairo Montenotte, a circa metà percorso. Il tracciato della DISCOVERY è studiato per chi si vuole avvicinare al mondo Adventouring in sella ad una maxi-enduro, con una percentuale di asfalto più alta e dove il fuoristrada è alla portata di chi ha un minimo d’esperienza. Il percorso CLASSIC è di livello “medio-facile”, con un tracciato poco più lungo con più tratti in fuoristrada a volte anche impegnativo. La partecipazione alla CLASSIC è per team di minimo 3 piloti, mentre la DISCOVERY si può percorrere anche in solitaria.

Il tracciato

Dal palco-partenza nel centro di Pavia, le tracce GPS seguiranno l’argine del Po per oltre 35 km, per poi tagliare verso Tortona dove i due percorsi CLASSIC e DISCOVERY si dividono. La Classic salirà sulle colline Tortonesi fino alla Val Borbera, mentre la Discovery continuerà in pianura fino al ristoro di Bosco Marengo. Le due tracce si ritroveranno a Molare, nei pressi di Ovada, pronte per “attaccare” insieme le pendici dell’Appennino Ligure-Piemontese. Continui sali-scendi condurranno, dapprima a Sassello, e quindi all’arrivo della prima giornata a Cairo Montenotte (SV).

La ripartenza di domenica 18 luglio vedrà i percorsi proseguire insieme verso Altare, dove il lungo sterrato della Colla di San Giacomo porterà i motociclisti al Colle Melogno ed ai primi ristori di Garessio (Discovery) e Zuccarello (Classic).

Comune a tutti il passaggio alle pale eoliche di Caprauna, mentre a Pornassio i due percorsi di sdoppieranno ancora puntando entrambi su due tratti off-road molto suggestivi entrambi impreziositi da ristori, il passaggio alla Galleria Garezzo ed il nuovo percorso di circa 8 km Lavina-San Bernardo di Conio. Una nuova separazione dei due percorsi porterà la traccia Classic sullo scenografico quanto impegnativo sterrato finale di Bajardo. Da qui, l’arrivo per tutti di fronte alla magnifica cornice di Portosole, a Sanremo, direttamente sul mare.

Maurizio Gerini e Francesca Gasperi

Al via di questa terza edizione anche due personaggi molto legati al territorio ligure e al mondo del fuoristrada come il dakariano Maurizio Gerini e la fotografa/pilota Francesca Gasperi, partecipante in sella alla sua moto ad alcune manifestazioni di rilievo tra cui ricordiamo il Transanatolia Rally.

Sarà un viaggio straordinario, realizzato su territori non certo spopolati o remoti come altri in Italia, ma non per questo privi di un loro fascino naturale ed anche selvaggio, spesso utilizzando vecchie strade di collegamento tra valli e piccoli borghi, strade sperdute dove i partecipanti non mancheranno di vivere un’avventura indimenticabile.

9 foto Sfoglia la gallery