Più di 66mila dosi somministrate

Asl Alessandria su vaccinazioni sospese nel weekend: "Da martedì torneranno a pieno regime"

"A seguito della sospensione del vaccino AstraZeneca, la programmazione vaccinale è stata totalmente rivista ed è stata sospesa in alcuni centri vaccinali".

Asl Alessandria su vaccinazioni sospese nel weekend: "Da martedì torneranno a pieno regime"
Cronaca Alessandria città, 22 Marzo 2021 ore 12:05

Ha tenuto a chiarire la sua posizione l'Asl di Alessandria a seguito delle vaccinazioni sospese nel corso di quest'ultimo weekend in alcuni centri vaccinali della provincia: "A seguito della sospensione del vaccino AstraZeneca, la programmazione vaccinale è stata totalmente rivista ed è stata sospesa in alcuni centri vaccinali nei giorni di sabato 20 e domenica 21 marzo".

Al momento nell'Alessandrino sono state somministrate 66.180 dosi di vaccino anti-Covid e l'azienda sanitaria locale fa sapere che da martedì le inoculazioni torneranno a pieno regime.

Più di 66mila vaccinazioni eseguite

Sono 66.180 le vaccinazioni effettuate dai team vaccinali dell’Asl Alessandria dall’inizio della campagna vaccinale il 30 dicembre, 45.907 prime dosi e 20.273 seconde. Sono stati vaccinati 20.104 anziani ultraottantenni dei 34.997 che al 20 marzo avevano espresso la loro adesione.

Tra sabato e domenica sono stati inviati i messaggi di convocazione per tutti i restanti cittadini over80 che avevano espresso la propria adesione alla campagna vaccinale. La somministrazione della prima dose a tutti gli over80 della provincia di Alessandria è prevista entro l’11 aprile. Insieme a quelle degli anziani sono proseguite, fino alla sospensione del vaccino AstraZeneca di lunedì 15 marzo, le vaccinazioni di personale scolastico (6.155 prime dosi somministrate su 7.613 adesioni ricevute al 20 marzo). Le vaccinazioni del personale scolastico sono riprese sabato 19 marzo.

Il chiarimento della Asl sulla sospensione del weekend

Così si è voluta esprimere l'Asl di Alessandria a seguito delle vaccinazioni sospese in alcuni centri vaccinali della provincia:

"A seguito della sospensione del vaccino Covid-19 AstraZeneca, la programmazione vaccinale è stata totalmente rivista ed è stata sospesa in alcuni centri vaccinali nei giorni di sabato 20 e domenica 21 marzo. Alcune vaccinazioni effettuate con il vaccino Pfizer e Moderna sono state anticipate al fine di mantenere attivi i centri vaccinali negli slot orari che erano destinati alle vaccinazioni con AstraZeneca, mentre altre sono state posticipate riorganizzando la programmazione sulla base delle dosi disponibili e di quelle in arrivo. Da martedì 23 marzo le vaccinazioni riprenderanno a pieno regime in tutti i centri vaccinali".

Dal 15 al 20 marzo gli operatori Asl Al hanno effettuato oltre 9.000 chiamate per gestire i cambi di prenotazione causati dalle vaccinazioni sospese complice lo stop di AstraZeneca. A tutti gli assistiti a cui è stata modificata la data di convocazione è stato inviato un sms e gli stessi sono stati contattati telefonicamente. Questo non ha impedito che alcuni utenti, che evidentemente non erano stati raggiunti né dall’sms né dalla telefonata, si recassero ugualmente nei centri vaccinali chiusi. La Direzione di Asl Al si è voluta scusare per il disagio.

Il punto sui disabili, Rsa e sull'ex caserma Valfré

Nel corso della settimana sono anche state effettuate le prime vaccinazioni presso le strutture che ospitano disabili e da sabato 19 marzo 2021 è terminata la somministrazione delle seconde dosi presso le Rsa della provincia. Pertanto, tutti gli anziani ospiti delle strutture residenziali sono ora maggiormente protetti dalle conseguenze più gravi della pandemia.

TI POTREBBE INTERESSARE: In attesa del certificato verde Ue per viaggiare, c'è già il VaxPass

Il 26 e il 27 marzo è prevista presso la ex Caserma Valfrè la vaccinazione dei membri della protezione civile. Al fine di evitare comunque la diffusione del Covid-19 si invita anche la popolazione già vaccinata a rispettare le misure di contrasto al coronavirus: lavare frequentemente le mani, mantenere il distanziamento e utilizzare le mascherine.