Menu
Cerca
Acqui Terme

Aveva perso madre e sorella per Covid, la solidarietà gli consente di sanare i debiti dell’attività di famiglia

La raccolta fondi su Gofund.me ha raggiunto la somma di 40mila euro utile alla ragazza per sanare i debiti del locale "Nuovo Ciabot".

Aveva perso madre e sorella per Covid, la solidarietà gli consente di sanare i debiti dell’attività di famiglia
Cronaca Acqui e Ovada, 12 Marzo 2021 ore 10:33

Qualche settimana fa avevamo parlato della straziante storia che ha colpito la giovane Giorgia Camera, una ragazza di 24 anni che in pochissimi giorni era stata colpita da un doppio lutto a causa del Covid-19: la 24enne si era ritrovata infatti da sola dopo la scomparsa della madre e della sorella. Per venire incontro alla sua situazione, l’amica Federica ha voluto aprire una raccolta fondi su Gofund.me intitolata “Un aiuto per Gio“. Grazie alla solidarietà, Giorgia è riuscita a sopperire ai debiti della sua attività.

La raccolta fondi “Un aiuto per Gio”

Giorgia Camera, 24 anni, dopo la scomparsa della madre e della sorella, decedute in pochi giorni a causa del Covid-19, si era ritrovata da sola. Oltre al peso di questa doppia perdita, la giovane, titolare del locale “Nuovo Ciabot” di Acqui Terme insieme alla mamma, ha dovuto fare i conti, complice le chiusure imposte dai Dpcm, anche con i grossi debiti della sua attività commerciale.

Per cercare di restare vicino a Giorgia, l’amica Federica aveva deciso di aprire una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme, intitolata “Un aiuto per Gio“:

“Dopo il padre, morto 3 anni fa a causa di un brutto tumore all’intestino, sono mancate anche la sorella e la madre, che da settimane lottavano contro il covid-19. Gestivano tutte insieme un piccolo locale ad Acqui Terme, che purtroppo a causa delle difficoltà dovute alla pandemia è rimasto chiuso per quasi un anno.  Al dolore inimmaginabile e all’enorme difficoltà quindi si aggiungono anche grossi debiti. Cerchiamo di darle una piccola mano, e magari, una speranza per il futuro. Chi può doni, chi non può faccia girare. A 24 anni dovrebbero essere altre le preoccupazioni di una ragazza e nessuno dovrebbe conoscere il dolore che provoca una tale tragedia“.

Risanati i debiti della sua attività

In un post sul suo profilo Facebook, Giorgia ha voluto ringraziare tutte le persone che le sono state vicino in questo momento tanto delicato della sua vita, sottolineando come, grazie al supporto della solidarietà, sia riuscita a sanare tutti i debiti della sua attività:

Vorrei ringraziare tutti dal più profondo del cuore, per la vicinanza, la solidarietà, la bontà che ci avete dimostrato in questo periodo buio… Soprattutto un grazie di cuore a chi ha avuto l’idea delle raccolte fondi, partendo dalla comunità di Acqui che si è prodigata davvero in tutti i modi e si sta ancora mobilitando per noi. Quindi un grazie speciale agli organizzatori: Protezione Civile Acqui Terme, Mariagrazia Mary Grimaldi e tutto lo staff del Bar Idea ~ Simona Seksich, Nadia Giacco e la scuola ~ CRI – Comitato di Acqui Terme ~ Mariangela Cibrario e altri nostri carissimi amici (spero di non aver dimenticato nessuno…) Grazie anche a una delle migliori amiche che si possano desiderare, Federica Penza, per la bellissima raccolta su Gofundme. Un grazie enorme ovviamente va anche a tutti coloro che hanno partecipato, dai nostri amici più vicini sino a persone lontane e sconosciute. Per ringraziarvi tutti personalmente forse non ne avrò mai l’occasione, perciò spero di cominciare a poterlo fare qui. Un grazie immenso va anche alla mia famiglia, che ringrazio essere una famiglia unita e sempre presente. Sabrina Camera, Annamaria Campanella, Antonella Campanella, Luca Vespi, Germana Carli. Non riesco a citare tutti quanti e non so nemmeno se sarebbe apprezzato, soprattutto dai miei amici che non amano molto Facebook. Però davvero, vorrei solo dire grazie a tutti, dal più profondo del mio cuore”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli