Emblematica

La foto simbolo: il corteo di ambulanze da Torino a Tortona

E' diventata virale la fotografia che ritrae le autovetture mediche che, dall'ospedale mauriziano di Torino, trasportavano pazienti positivi al coronavirus verso l'ospedale di Tortona.

La foto simbolo: il corteo di ambulanze da Torino a Tortona
Tortona, 05 Novembre 2020 ore 09:52

Un lungo corteo di ambulanze nelle strade di Torino. E’ diventata virale in pochissimo tempo la fotografia scattata da Pietro Izzo e postata sul suo profilo Instagram che ritrae le autovetture mediche in coda che, dall’ospedale mauriziano di Torino, ormai giunto al limite di posti letto, trasportavano pazienti positivi al coronavirus verso l’ospedale di Tortona, riconvertito solamente pochi giorni fa in Covid Hospital.

La foto simbolo: il corteo di ambulanze da Torino a Tortona

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Dieci ambulanze in coda sotto casa. Una luce blu che ha riempito tutti gli appartamenti della via. Senza sirena, quindi vuote (spero) e in procinto di tornare al deposito, o dove vanno a dormire le ambulanze quando finiscono un turno. Però impressionante. E siccome mi ha impressionato, ho filtrato la foto in modo che sembrassero tante macchinine giocattolo, per mettere un po’ di distanza fra me e loro e avere un po’ meno tristezza. Con tutto che le ambulanze sono speranza di vita #covid_19 #ambulance #torino AGGIORNAMENTO DEL 4 NOVEMBRE Ieri sera ho postato questa foto accompagnata da un commento che rappresenta una sensazione mia, a metà tra la preoccupazione e la speranza. Stamattina un amico giornalista mi ha chiesto di poterla usare e vedo che ormai è diventata virale perché l’hanno ripresa in molti. Capisco che è una foto che può essere considerata “simbolica” di un momento, e non è mio interesse in alcun modo partecipare alla discussione generata. Per amor di verità voglio riportare quanto mi hanno segnalato diverse persone e cioè che si trattava di una fila di ambulanze che dall’Ospedale Mauriziano di Torino – ormai giunto al limite di posti letto – portavano i pazienti al nuovo centro Covid dell’Ospedale di Tortona. La situazione è quello che è, lo riconosciamo tutti. Non vorrei che una foto venisse strumentalizzata associandola a chissà quale complotto. Io per primo non sapevo cosa fosse quella fila di ambulanze, e me lo domandavo, sperando che non fossero piene (lo erano) e rivolgendo un pensiero di affetto e riconoscenza verso tutti gli operatori sanitari. Da tutto questo traggo una riflessione: una foto può certamente essere rappresentativa di un clima. Una foto accompagnata da sensazioni personali però non è “una notizia”. Non costruiamo narrazioni imprecise che travisano o aggiungono “fatti” a un post di impressioni personali.

Un post condiviso da Pietro Izzo (@pietroizzo) in data:

E’ diventata virale in pochissimo tempo la fotografia scattata da Pietro Izzo e postata sul suo profilo Instagram. Dalla finestra di casa è riuscito ad immortalare l’istante in cui un corteo di dieci ambulanze attraversava la sua via, trasportando i pazienti positivi al coronavirus dall’ospedale mauriziano di Torino all’ospedale di Tortona, riconvertito solo pochi giorni prima in Covid Hospital.

Uno scatto simbolico, che in qualche modo ricorda quello dei camion militari a Bergamo della scorsa primavera, anche se fortunatamente il racconto che l’immagine fa ci regala questa volta almeno un contenuto di speranza. E’ comunque emblematico della situazione che il Piemonte sta vivendo in questa seconda ondata.

L’arrivo a Tortona

Altre immagini giungono direttamente dall’ospedale di Tortona, luogo di arrivo del corteo delle dieci ambulanze provenienti da Torino. Tra il 3 e il 4 novembre 2020, come possibile vedere nella gallery fotografica sottostante, le autovetture mediche che trasportavano pazienti positivi al coronavirus sono sopraggiunte al nuovo centro Covid tortonese.

4 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE:

Ventinove positivi e un decesso, focolaio nel carcere di Alessandria

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità