Trovato anche hashish nell'auto

Volevano riprendere lo spaccio di cocaina nel primo giorno di zona gialla, fermati al posto di blocco e arrestati

Sono stati tratti in arresto un 28enne di origine rumena, un 22enne e un 59enne. Con loro avevano anche armi "bianche" come una chiave inglese, un'asta telescopica e un coltello multiuso.

Volevano riprendere lo spaccio di cocaina nel primo giorno di zona gialla, fermati al posto di blocco e arrestati
Cronaca Alessandria città, 30 Aprile 2021 ore 10:45

Sono stati fermati a bordo della loro auto mentre si stavano dirigendo dai clienti per vendere le dosi di cocaina. I carabinieri della compagnia di Tortona, nel pomeriggio di lunedì 26 aprile 2021, primo giorno di zona gialla, hanno tratto in arresto un 28enne rumeno, un 22enne e un 59enne per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Fermati ad un posto di blocco

I Carabinieri della Compagnia di Tortona hanno arrestato un 28enne rumeno, un 22enne e un 59enne per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Nel pomeriggio di lunedì 26 aprile 2021, primo giorno di zona gialla, i Carabinieri di Castelnuovo Scrivia, Garbagna e Villalvernia, nel corso di un mirato servizio effettuato in città, hanno bloccato un’autovettura, notando nell’immediatezza l’atteggiamento sospetto degli occupanti.

Beccati con cocaina e hashish già pronti da vendere

Approfondendo il controllo, hanno rinvenuto sulla persona del cittadino rumeno di 28 anni ben 28 grammi di cocaina suddivisa in dosi e, all’interno dell’autovettura, circa 316 grammi di hashish suddivisi in dosi e in panetti, due bilancini e oltre cento euro in contanti.

Il 28enne rumeno e il 59enne sono stati inoltre denunciati in stato di libertà per possesso ingiustificato di grimaldelli e porto ingiustificato di armi bianche, poiché trovati in possesso, rispettivamente, di una chiave inglese, di un’asta telescopica e di un coltello multiuso.

TI POTREBBE INTERESSARE: Rapina in gioielleria a Cuneo: i banditi uccisi avevano una pistola giocattolo

Dopo avere trascorso la notte presso i propri domicili, nel pomeriggio del 27 aprile sono stati condotti davanti al Tribunale di Alessandria che ha convalidato gli arresti emettendo nei loro confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. in attesa di processo.