Economia
Buone notizie da Roma

Il sindaco di Alessandria: "Il secondo ponte sul Bormida si farà!"

"Siamo riusciti a fare capire quanto fosse necessario non solo per la città ma per tutto il territorio".

Il sindaco di Alessandria: "Il secondo ponte sul Bormida si farà!"
Economia Alessandria città, 07 Ottobre 2021 ore 10:10

E' stato lo stesso primo cittadino di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, a darne comunicazione ufficiale:

"Buone notizie da Roma: il secondo ponte sul Bormida si farà!".

La strategia "Marengo Hub"

La presidenza del Consiglio dei Ministri, sulla base del parere espresso dal Gruppo di Monitoraggio del bando periferie, ha approvato la proposta del Comune di Alessandria di rimodulazione e proroga della strategia “Marengo Hub”, con l’inserimento del nuovo ponte sul Fiume Bormida, e accorpamento nello stesso della passerella ciclabile già prevista.

“Marengo Hub: da periferia a comunità” è il programma di opere tese alla valorizzazione turistica del sito di Marengo attraverso il bando delle periferie (programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie delle Città Metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia). Il programma ha un costo complessivo di circa 31 milioni di euro, di cui 18 stanziati dal bando periferie, oltre 11 dai fondi compensativi per il Terzo Valico, circa 2 da fondi propri del Comune.

Il Gruppo di Monitoraggio, nella seduta del 29 settembre 2021, preso atto di quanto documentato dal Comune, verificate le ragioni di necessità addotte, nonché la coerenza con gli obiettivi e la strategia del programma, ha sciolto la riserva e ha approvato la richiesta di rimodulazione del programma e di proroga dei tempi di ultimazione degli interventi al 31/12/2024.

"Il secondo ponte sul Bormida si farà"

Grande soddisfazione per il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, che è stato il primo a darne comunicazione:

"Buone notizie da Roma: il secondo ponte sul Bormida si farà! Siamo riusciti a fare capire quanto fosse necessario non solo per la città ma per tutto il territorio, il secondo ponte. Ed è solo una coincidenza che l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri sia arrivata dopo l’alluvione di lunedì".

LEGGI ANCHE: Una provincia devastata dal maltempo: l'Orba e il Bormida superano i limiti di piena